giovedì 30 giugno 2005

Sei una lagnaaaaaaaa

Cara collega,
sei una delle persone più lagnose che io abbia mai conosciuto sulla faccia della terra. A nessuno va sempre tutto bene ma mi chiedo come mai a te invece vada sempre tutto storto. Il lunedì mattina cominci dicendomi che sei stanca del week end. Gli altri giorni ti accontenti di dirmi che non sei riuscita a riposarti. Di notte infatti non dormi mai. Una volta è il caldo, l'altra i vicini che fanno rumore. Poi ci sono le zanzare. Se queste cose non disturbano la tua esistenza, non dormi perchè sei stressata. Durante la giornata, se si ha poco tempo, è meglio non chiederti "come va?" perchè altrimenti si riceve una lunga lista di tutti gli inconvenienti avvenuti internamente e coi clienti. Nella pausa pranzo è bene non frequentarti perchè questa volta è il cibo il soggetto dei tuoi lamenti: una volta ti fa vomitare, l'altra "è una schifezzina". Ogni tanto però mi regali una variazione e mi posso gustare un "guarda cosa mi sono ridotta a mangiare". Il venerdì che è l'ultimo giorno della settimana conviene salutarti con un semplice "ciao" perchè ogni altro augurio riceve in cambio espressioni tipo "figuriamoci, devo pulire casa", "eh, sì, magari... ho un sacco di cose da fare". Non passa giorno in cui non ti chiedi ad alta voce "quando arrivano le ferie?" (facendolo sentire a tutto l'ufficio ovviamente) e al ritorno dalle vacanze sei già lì a lamentarti che ti sono costate un patrimonio e sei in bolletta. Ragazza mia ti ringrazio però di una cosa: che non ti lamenti mai che sei single!!

Devo confessarvi che più passa il tempo e più divento insofferente verso le persone lagnose come la mia collega. Io non dico che bisogna avere sempre il sorriso stampato e dire sempre "è tutto OK". Però, cavolo, non puoi neanche essere una lamentela continua!!! Mi piacciono le persone solari, le persone ottimiste che riescono a trovare le cose belle anche nella routine giornaliera. Quelle che sanno gioire non solo quando vincono al totocalcio ma anche quando riescono a cucinare bene un dolce. Quelle che gioiscono perchè possono vedere un bel paesaggio, sentire la fragranza di un Lilium e correre in mezzo a un prato. Il protagonista della pubblicità dell'Unieuro sarà anche odioso ma quello che dice è la sacrosanta verità.

4 commenti:

  1. Io avevo un'amica così...non la sopportavo. Aveva, anzi, ha tutto ed era sempre dietro a lamentarsi.
    Non le andava mai bene niente di quello che succedeva o aveva...se era bianco, lei avrebbe voluto nero.
    L'ho eliminata dalla mia vita.
    Con una collega è più difficile, alla fine non te le scegli mica, te le trovi e li devi tenertele...
    Io non sono una persona che non si lamenta mai, ma credo ci sia una forte differenza tra il brontolare e il lamentarsi sempre di tutto ( soprattutto davanti a chi, magari, non ha le stesse fortune di chi lagna ).
    Io son brontolona, ecco...ma tanto...una pentola di fagioli..ghghghgh
    Ottimista quanto basta...ultimamente un filo più del solito...che rispetto a come ero prima è tanto.

    Buon pomeriggio e attiva l'opzione "escludi lamentela" come faccio io...fregatene!!!!

    RispondiElimina
  2. La frase più bella che hai usato è stata:

    L'ho eliminata dalla mia vita.

    Brava. Ogni tanto bisogna essere un pò TERMINATOR ^_^
    Comunque, riguardo ai colleghi/ghe sono arrivato alla conclusione che le mele marce non vanno mai via: o le cacciano o rimangono a vita.

    RispondiElimina
  3. questo post sembra scritto da me ^^ non sopporto per nulla le persone lagnose e quelle che conosco cerco di evitarle

    RispondiElimina
  4. Mi auto-commento: ultimamente sono stato come questa mia ex collega. Siccome me ne sono reso conto, sto cercando di migliorare perché anche io devo essere una lagna :-P

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P