giovedì 9 giugno 2005

NY: cibo, cibo e ancora cibo...

Una delle cose più incredibili di New York è che è possibile mangiare praticamente di tutto, a qualsiasi ora, in qualsiasi posto. Questo ha dei risvolti positivi ma anche negativi (soprattutto sulla linea!). Se si gira nella parte più lussuosa di Manhattan (diciamo intorno alla 50° nella 5th avenue e viali adiacenti) è un continuo susseguirsi di carretti con bretzel, hot dog, mandorle, nocciole e noccioline tostate e alla mattina donuts, fette di torta e bagels. Per i più arditi, ci sono anche i carretti con odorosi ammassi di carne che è lì a sfrigolare dalla mattina alle 8.30... la mia collega se ne lamentava sempre quando ci passavamo davanti per andare al lavoro dopo colazione. Se non vi vanno gli snack, nelle vie laterali ci sono una serie ininterrotta di ristoranti e bar. Purtroppo, nella zona citata sopra, moltissimi sono italiani (sic). Parliamo ora in generale di cosa e dove mangiare cominciando dalla colazione. I posti non mancano a cominciare dalla catena Starbucks ( http://www.starbucks.com/ ) e Dunkin Donuts ( http://www.dunkindonuts.com/ ) ma se volete mangiare americanissimo ma con un tocco di atmosfera europea,vi consiglio la catena "Au bon pain" ( http://www.aubonpain.com/ ). I locali sono puliti, luminosi e l'assortimento è veramente notevole e di discreta/buona qualità. Se volete provare a fare una colazione all'americana, potete cominciare a prendere dal pentolone una coppetta di zuppa d'avena (fiocchi d'avena cotti nel latte) e cospargela con le gocce di cioccolato (e un cucchiaio di zucchero perchè stranamente la zuppa è al naturale!). Gli altri pentoloni in esposizione apriteli soltanto e leggete il cartello perchè sono di alimenti assolutamente incompatibili (Chili, zuppetta di pomodoro, ecc...) al nostro stomaco, almeno di mattina! Proseguite poi con dei muffins e dei donuts (freschi ogni mattina e provenienti dalla catena Krispy Creme ( http://www.krispykreme.com/ ). Se volete, potete anche farvi preparare al momento un bagel (ciambella di pane) caldo caldo e ripieno di quello che desiderate. Fin dal mattino sono anche disponibili insalate e macedonie di frutta. Da bere succhi confezionati, succo d'arancio fresco, latte, caffé, cioccolata... c'è anche la baguette francese ma non l'ho assaggiata. Ora passiamo alle precauzioni d'uso. ricordatevi che siamo negli USA dove tutto è almeno un 30% più zuccherato che da noi quindi cercate di evitare le cose già in partenza particolarmente dolci. Il caffé è fatto con la macchina a filtro ed è lunghissimo, per chi è abituato al nostro italiano, quasi acqua colorata. Il succo d'arancio fresco è generalmente col ghiaccio il che vuol dire che lo troverete allungato a meno di berlo subito appena lo mettono sul banco. La cioccolata (se vi va bene) sa di cioccolato al latte molto dolce. Se vi va male non sa di nulla visto che, come mi spiegava un mio collega, quella più scadente viene fatta con acqua (orrore!), zucchero e qualche cucchiaio di preparato al cacao in polvere. Se siete negli USA per lavoro, non vi preoccupate che la vostra colazione continuerà anche in ufficio o quantomeno sarà possibile prendere gratis e senza limiti, caffé e the. Volendo potete chiedere anche il caffé col ghiaccio in modo da fare un ice-caffé (si fa per dire...). Ricordatevi anche che gli americani vanno pazzi per gli abbinamenti e gli aromi, quindi troverete facilmente cibi e bibite in innumerevoli variazioni. Per esempio il caffé è possibile trovarlo aromatizzato alla cannella, al caramello, alla menta: tutti profumatissimi e... artificialissimi!!! Negli USA ci vanno pesanti anche coi coloranti per cui la vostra vista sarà spesso catturata da toni tipo rosa-shocking (fragola), verde pisello (pistacchio o spinaci), viola shocking (frutti di bosco), giallo fosforescente (limone) e così via.Passiamo al pranzo e alla cena. A New York è possibile mangiare tutti i tipi di cucina. Si va dal fast food (Mc Donald's) a lussuosi e carissimi ristoranti. La cosa che vi stupirà è la presenza di tantissimi ristoranti italiani, anche fuori Little Italy. Guardateli con simpatia e passate oltre. La cosa che davvero vale la pena di mangiare è l'aragosta e le gambe di granchio. Vi consiglio quindi il seguente ottimo ristorante COLDWATERS al 988 2nd Avenue (dovrebbe essere all'incrocio con la 52° se mi ricordo bene)
dove è possibile mangiare un menù con insalata mista, pane all'aglio e aragosta al vapore per meno di 25 euro. Se preferite mangiare un hamburger andate da Burger Heaven ( http://burgerheaven.com/ ) 20 east, 49th street (praticamente poco prima che la 49° incroci la 5th avenue).
Mi hanno anche consigliato la catena Jackson's Hole ma non ho avuto modo di sperimentarla. Un locale dove dovete assolutamente passare è Hooters ( http://www.hooters.com/ vi consiglio di scaricarvi il filmato Hooters Bootcamp in questa pagina http://www.hooters.com/fun_stuff ). Secondo me non c'è altro locale più americano di questo. Quello di NY è tutto in legno chiaro con una grande cucina a vista. A servire ci sono solo ragazze vestite con una t-shirt con sopra un gufo (simbolo del locale), pantaloncini corti arancioni, scarpe da ginnastica bianche. Ovviamente altezza minima 1.70 e corpo perfetto da lasciare sbalorditi non solo i ragazzi!!
:-P


Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, il locale è normalissimo, aperto a tutti, famiglie comprese; le ragazze sono molto gentili e professionali. Insomma, non è un locale per ragazzini con troppi ormoni in movimento ma un fastfood con un tocco di originalità in più. Ufficialmente il piatto forte del locale sono le ali di pollo che non ho avuto occasione di assaggiare (ho preso dei banalissimi gamberi al vapore) tuttavia vi raccomando il Cheesecake al caramello perchè è davvero spaziale. Ho assaggiato quattro diversi cheesecake a New York e quello di Hooters è stato sicuramente il migliore, peccato che esista solo nel gusto "caramello". Apro qui una parentesi sul cheesecake. Il cheesecake è uno dei dolci tipici americani e solitamente qui in Italia è piuttosto snobbato per il fatto che essendoci del formaggio pensiamo a chissà quale schifezza dolce-salata. In realtà il formaggio è formaggio fresco tipo Philadephia che mischiato con uova, zucchero, cioccolato, ecc non sa assolutamente ne di salato ne tantomeno di formaggio quanto piuttosto di panna o mascarpone. Quindi assaggiate tranquilli la vostra fetta di cheesecake!Riassumendo, ho assaggiato i seguenti cheesecake:
-Maxim's (se non ricordo male; è una steak house vicino a Times Square)
Alto, molto compatto, non esageratamente zuccherato, discreto sapore
-Junior's
Alto, molto compatto, troppo zuccherato, sapore nascosto dallo zucchero
-Lindy's
Alto, compatto, cremoso, non esageratamente zuccherato, poco saporito con poca guarnizione
-Hooters
medio, compatto, cremoso, zuccherato giusto, molto saporito

Un posto rinomato dove sono andato e che vi sconsiglio è Smith & Wollensky ( http://www.smithandwollensky.com ). E' una steak house ma ho mangiato così così pagando uno sproposito... se proprio ci capitate, date un occhio ai camerieri: qui ho visto il più alto cameriere della mia vita!
Un posto dove assolutamente NON dovete andare a mangiare è Chinatown. Passateci perchè è molto caratteristica ma poi ritornate in un posto dove le carte di credito sono accettate e il concetto di pulizia è simile al nostro qui in Europa. Chinatown è un ammasso di negozi e ristoranti dall'aria vecchia, sporca e trasandata in cui aleggia un vago sentore di fritto rancido. Io e la mia collega abbiamo cercato di andare in un posto come si deve ma il risultato è stato terribile. Dopo aver adocchiato un posto con camerieri in giacca e cravatta e attirati da "qui si accetta American Express" (in tutta Chinatown è praticamente impossibile pagare con carte di credito) siamo entrati nella sala del ristorante. Ci hanno fatto accomodare e poi d'incanto è apparsa una cinese con un carrello fumante pieno di piattini e coppette con sopra dei coperchi di bambù che ha cominciato a proporci ogni serie di alimento con una foga e una insistenza degna della migliore venditrice porta a porta.
La mia collega ha ceduto alla valanga di parole e si è vista recapitare un piatto con un raviolo trasparente ripieno di pezzetti di pollo, carne, verdure e una fondina con dei ravioli. Senza chiedere ne aspettare un attimo, la zelante cameriere ha innaffiato di brodo i ravioli e di salsa di soya il raviolo trasparente. Dopodichè si è materializzato al mio fianco un cameriere e ha segnato (in cinese) le due portate su un foglietto bianco a righe rosse. La mia collega ha quindi chiesto se era possibile tenere i coperchi dei due piatti in modo da non far raffreddare il cibo mentre andava a lavarsi le mani e qui è successo il finimondo. Avete presente quando buttate un pezzo di pane in uno stagno e tutte le anatre accorrono per mangiarselo? Beh, poichè la tizia non capiva quello che le aveva chiesto la mia collega (parlava solo cinese) sono accorsi altri camerierei e si sono messi a discutere su cosa fare e a strapparsi i coperchi sotto i nostri occhi!!! ( O M G ! )(*)
Alla fine è arrivato il caposala e dopo aver preso i coperchi dalle mani dei camerieri li ha posti sui due piatti. Io ho poi ordinato dalla lista un piatto di maiale in agrodolce. Nel casino generale, nessuno ha pensato alla cosa più importante che in tutti i ristoranti seri fanno come prima cosa: portarti un gigantesco e gratuito bicchierone di ghiaccio con dentro un pò di acqua del rubinetto. Abbiamo quindi chiesto a un cameriere se per favore poteva portarci una Coca Cola e un bicchiere d'acqua e questo annuendo è sparito verso la cucina. Mentre stavamo aspettando, ecco apparire un altro cameriere che ci guarda, si ferma e... si mette a dire "mangiate, mangiate, perchè non mangiate?!" (O M G (*) parte 2... ma siamo in un allevamento di oche all'ingrasso o in un ristorante?!). Finalmente arriva da bere e ci mettiamo a mangiare. Anzi, no, CERCHIAMO di mangiare. La mia collega sbocconcella con aria non troppo convinta il contenuto del suo raviolo e scarta senza appello i ravioli ( "puzzano!" mi dice...). Io allora mi armo di forchetta e parto all'assalto del mio maiale in agrodolce. Ne prendo un pezzo cilindrico, lo metto in bocca (bleah che saporaccio), mastico e ingoio: lo stomaco si ribella peggio che se mi fossi messo a mangiare un sasso! Guardo la mia collega. Lei guarda me e dice "andiamo?". E i camerieri hanno pure avuto la faccia tosta di chiederci la mancia (abbiamo lasciato 1 $ ) che negli USA non è mai compresa (ma va data per educazione). OK, se volete mangiare cinese andateci in Italia prima di partire per gli States!
Per concludere vorrei fare alcune riflessioni generali sul mangiare negli Stati Uniti. Generalmente il cibo è di qualità nettamente minore rispetto al nostro standard. Non solo le bibite e i dolci sono troppo dolci ma anche il sapore degli alimenti è diverso e più "sintetico". Questo non vuol dire che negli Stati Uniti si mangi male, anzi, si può mangiare molto bene seguendo alcune regole:
-prendete solo piatti tipicamente americani e fatti con cibo di provenienza USA
-prendete piatti poco elaborati
-evitate troppe cose fritte (sempre presenti in abbondanza nei menù) se non conoscete bene il ristorante
-evitate o mettete poca salsa/e sul cibo
-non risparmiate troppo sul mangiare: le cose buono hanno un costo
-ricordatevi che le porzioni sono circa 1,5x o 2x le nostre e quindi non ordinate antipasto, primo, secondo, contorno e dolce come fareste qui
-ricordatevi che non è obbligatorio prendere da bere: potete chiedere sempre e gratuitamente un bicchiere d'acqua (o meglio, di ghiacchio con acqua!).
-ricordatevi che il servizio (mancia) non è mai compreso e che dovete lasciarlo (10%-20% del conto) alla fine del pasto in contanti oppure aggiungendolo sul talloncino del pagamento della carta di credito al momento della firma.


(*) OMG=Oh my God!!!

4 commenti:

  1. Sei rimasta senza parole? ^_^

    RispondiElimina
  2. Complimenti, molto interessante... io mi sto recando negli Stati Uniti se avessi delle altre dritte te ne sarei grato....

    RispondiElimina
  3. Purtroppo non son piú andato...
    :-(

    RispondiElimina

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P