venerdì 24 giugno 2005

I figli degli altri...

Anche se a VOI non ve ne fregherà nulla, vi aggiorno sull'aria condizionata. Ieri dopo una telefonata e una visita personale il negozio mi ha assicurato che manderà un altro tecnico di sua fiducia a farmi visita LUNEDI'. Meglio di niente ma il week end dovrò ancora passarlo facendo tutto il giorno la sauna sigh.

Oggi è arrivata una e-mail a tutto l'ufficio che una certa collega Z ha avuto il bambino. Si sono sentite urla d'entusiasmo, si sono fatti balletti di giubilo e da più parti sono nate iniziative spontanee per ricoprire la collega di regali. Entro nella stanza di fianco e la prima cosa che mi dicono è "sai che Z ha avuto un bambino?" e io "certo, hanno spedito l'e-mail a tutto lo studio..." "ah, già è vero...". Mi sono proprio irritato. Ora, io posso capire l'istinto materno di certe colleghe ma francamente non me ne frega nulla se Z ha avuto il bambino e me ne frega ancora meno di farle il regalo. Z la conosco per lavoro, non siamo in confidenza, non è mai stata gentile in modo particolare: dovrei forse fare i salti di gioia per una cosa che in fin dei conti è normalissima e riguarda la sua vita privata? Poi parliamoci chiaro: non condividerò mai nulla con Z, probabilmente non vedrò mai suo figlio e quindi cosa cavolo mi devo entusiasmare e fare regali?! MAH...
Per assurdo (sottolineo PER ASSURDO perchè se no ci sarebbe subito qualcuno pronto a gridare allo scandalo; i soliti ipocriti comunque...) sarei più contento di sapere che una collega ha preso un cane o, meglio ancora, un dalmata. Infatti in questo caso potremmo farli incontrare e giocare insieme, insomma ci potrebbe essere una qualche interazione. Se il figlio è di una persona che conosco appena, scusate, ma CHISSENEFREGA. Oppure anche voi siete di quelli che gioiscono perchè la cognata del lattaio ha avuto un figlio? :-/

Per quanto riguarda le avventure sul bus della mattina, oggi non ho grandi cose da raccontarvi, giusto due banalità.
La prima, che a un certo punto è salita una tizia con gonna e giacca nera, borsa e foulard verdi e... scarpette arancione fosforescente tipo pennarello evidenziatore!
ABBAGLIANTE.

Successivamente stavo pensando ai fatti miei quando sento "miao, miao" e mi chiedo "dov'è sto povero gatto che miagola a questa maniera?"... era invece il telefonino della simpatica bruttona con le mani viscide dell'altro ieri che miagolava a tutto spiano. SEMPRE PIU' REPELLENTE.

Nessun commento:

Posta un commento

A Grissino piace molto sapere come la pensi: dai, dai, lasciami un commento!! :-P